BONUS CASA 2020

Detrazioni fiscali per la ristrutturazione

Anche nel 2020 sarà possibile recuperare parte dei costi impiegati per la ristrutturazione della casa.
Qui di seguito sono indicate tutte le agevolazioni possibili e come fare per averle. E se al termine dell’articolo hai ancora qualche dubbio non esitare a contattarci per ricevere maggiori informazioni.

BONUS RISTRUTTURAZIONE 2020

Coloro che effettueranno un intervento di ristrutturazione potranno avere una detrazione del 50% per una spesa massima di 96.000 euro. Il rimborso totale sarà suddiviso in quote uguali e potrà essere recuperabile in 10 anni consecutivi.

I lavori ammessi per ottenere le detrazioni sono: abbattimento barriere architettoniche, rifacimento tetto, installazione impianti di sicurezza con porte blindate e videocamere, abbattimento muri interi, allarme finestre, rifacimento pavimenti e balconi, rifacimento impianti (elettrico, idraulico, di condizionamento, antincendio,…), costruzione piscina, scale o sottotetto.

Il contribuente oltre alle opere sopra descritte può detrarre l’acquisto dei materiali, l’esecuzione dei lavori, le prestazioni professionali, le relazioni di conformità, gli oneri di urbanizzazione e le imposte sui lavori.

ECOBONUS 2020

Riservato a coloro che effettueranno un intervento di risparmio energetico per un massimo di spesa di 100.000 euro. Il rimborso massimo potrà essere dal 50% al65% del totale speso, sarà suddiviso in quote uguali e potrà essere recuperabile in 10 anni consecutivi.

 

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI 2020

Coloro che acquisteranno mobili o grandi elettrodomestici (forni, frigoriferi, lavatrici, asciugatrici, piani cottura, lavastoviglie) di classe non inferiore ad A+ (A per forni) potranno avere una detrazione pari al 50% del totale speso fino ad un valore massimo di 10.000 euro.

 

bonus-mobili-2020

BONUS TENDE 2020

Coloro che acquisteranno tende da sole potranno avere una detrazione pari al 50% del totale speso fino ad un valore massimo di 60.000 euro.

BONUS CLIMA 2020

Coloro che acquisteranno micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti potranno avere una detrazione pari al 50% del totale speso fino ad un valore massimo di 100.000 euro. Gli interventi devono condurre ad un risparmio di energia primaria uguale o superiore al 20%.

Potranno avere una detrazione pari al 50% del totale speso fino ad un valore massimo di 30.000 euro anche coloro che acquisteranno impianti di climatizzazione invernale.

BONUS VERDE 2020

Riservato a coloro che effettueranno un intervento di riqualificazione o sistemazione di terrazzi, balconi, giardini. La detrazione sarà del 36% per una spesa massima di 5.000 euro. Il bonus verde copre anche l’acquisto di piante o arbusti e il compenso per il giardiniere.

 
bonus-verde-2020

BONUS CASA 2020: COME FUNZIONANO?

Le spese detraibili potranno essere scaricate dalla dichiarazione dei redditi solo se il contribuente avrà pagato con bonifico o moneta elettronica indicando sempre la causale del versamento con riferimento alla norma specifica, il codice fiscale del beneficiario alla detrazione, il codice fiscale o la partita iva del beneficiario del pagamento, la data, il numero e l’importo di ciascuna fattura.

Per chi ha un reddito superiore a 120.000 euro la quota spettante sarà inferiore alle percentuali indicati. I valori saranno calcolati tramite una formula specifica e non ci saranno per tutti i redditi superiori a 240.000 euro.

La detrazione spetta al proprietario dell’immobile, al detentore dell’immobile o al familiare convivente (regolarmente dichiarato in Comune).

Ogni bonus è accordato all’immobile di riferimento e non alla persona.

Nel caso in cui le fatture siano cointestate a moglie e marito, con pagamento effettuato da un conto corrente cointestato, la detrazionepuò essere imputata al 50% a ciascun coniuge oppure ad un solo coniuge.
La ripartizione delle spese è assolutamente libera e lasciata alla discrezione dei coniugi, secondo la convenienza fiscale.

La possibilità di detrazione viene concessa solo se le opere sono state svolte regolarmente presentando in comune le relative richieste di Concessione. In questo caso vi è la necessità di essere seguiti da un professionista del settore che ha potere di firmare la documentazione (Geometra, Architetto o Ingegnere).

Essere seguiti da un professionista del settore è utile per sfruttare al meglio tutte le agevolazioni fiscali poiché in alcuni casi le percentuali di rimborso sono variabili a seconda del rendimento energetico o sismico acquisito. Il minimo di rimborso previsto è del 50% e si può raggiungere fino ad un massimo dell’85%.

bonus-casa-2020

BONUS CUMULABILI?

Un quesito che spesso complica i calcoli di chi sta affrontando la ristrutturazione ed ha bisogno di comprendere quale agevolazione fiscale sia più conveniente, è capire se i differenti Bonus casa in vigore siano o meno cumulabili.

Poniamo l’esempio di un intervento come la sostituzione degli infissi, opera di ristrutturazione che al contempo migliora l’efficienza energetica. In questo caso sarà il contribuente a dover decidere quale bonus sia più conveniente (Ecobonus 65% oppure Bonus Ristrutturazione 50%) valutando anche il massimo di spesa rimborsabile e suddividendo i lavori in caso di opere che superino gli importi detraibili.

 
Se ti è piaciuto l'articolo condividilo!
Open chat